Alessandro Girami, l'Arte

L’Arte è una parola donna.
Forse è proprio per questo che ne sono innamorato. Forse è per questo che faccio fatica a comprenderla. Forse è  per questo che mi è sempre irraggiungibile. Forse è per questo che non sono capace di  esprimerla in un solo modo. Esprimerla! È un po’ presuntuoso lo so ma ormai l'ho detto! Che bello sarebbe se un giorno lei mi dicesse: mi sono innamorata di te! Allora forse... vivremo per sempre felici e contenti.

Per adesso litighiamo, piangiamo, ci facciamo del male a volte,  altre invece ridiamo come pazzi. Spesso siamo contorti, graffianti, caldi, freddi, leggeri, ondulati, colorati, pieni di parole, silenzi, forti oppure fragilissimi come la carta bagnata.

L’Arte è una parola donna, ed io solo un uomo.

Biografia

Alessandro Girami nasce a Milano nel 1980.

Giovanissimo inizia il suo approccio all’arte con la Spray Art. Percorso che abbandona presto sostituendo la tela al muro. Successivamente affianca alla pittura l’uso di materiali diversi.

Nel 2005 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera in Scenografia. Negli anni accademici si avvicina al Teatro in tutte le sue forme studiandone oltre alla scenografia, i costumi, la recitazione e la scrittura.

È pittore, scenografo e attore teatrale.

Nel 2005 firma la sua prima scenografia per il Teatro nello spettacolo “Trasparente” della compagnia Teatrinviaggio, con cui lavora per due anni come scenografo e attore.

Nel 2007 lavora come aiuto scenografo nello spettacolo teatrale “Lucetta“, regia di Claudio Orlandini, produzione Com Teatro. Nello stesso anno con la compagnia Teatrinviaggio partecipa con un installazione pittorica al III Festival del Teatro dei bambini di Ankara (Turchia) “Little Ladies & Little Gentlements”. Dipinge un Fondale e pavimentazione su Scenografia di Alessia Bussini per lo Spettacolo Clownesco ”The Strange Game” di Yuri e Vladimir Olshansky. Scenografia teatrale per “Olga” produzione Femmetèàtrale di Lugano, dall’omonimo testo di Chiara Zocchi, regia di Rocco Di Gioia. Ruolo protagonista, scenografia, monologo teatral/musical “Anime di Materia” per la Compagnia Attiarmonici diretto da Massimiliano Foà.

Nel 2008 Installazione pittorica all’inaugurazione del decimo Festival del Teatro Statale di Adana. (Turchia). Monologo tratto da L’Alchimista di Paulo Coelho al Teatro di Documenti (Roma). Ruolo non protagonista in “Slavedrome” di Federico Cambria. Drammaturgia e ruolo protagonista “Qualcosa che mi porti via” regia di Luca Chieregato.

Nel 2009 “Back Readings – Cap. 1 Sciopero”, spettacolo/documentario prodotto dalla Compagnia Aparte. Scenografia “La leggenda del pesce canterino” produzione Com Teatro.

Dal 2005 ad oggi lavora anche come Attore e Scenografo in diversi cortometraggi indipendenti: “Tra macchine e lampioni”, “Pulp Kitchen”,”Couple”, “First Date” regia di Kino Pelliconi e “Milania” regia di Donato Pisani. Sempre con la regia di Donato Pisani lavora come Attore in due Promofiction televisive, “Amadori” e “Distretto di Polizia”.

Nel 2010 drammaturgia, scenografia e recitato in “Domani è un’altra Notte” monologo prodotto dalla Compagnia Aparte con la regia di Gianluca Di Lauro. Collabora alla scenografia del programma televisivo “Come è fatto il Calcio”.
Partecipa con un installazione a “Culture_Nature” Green ethics – habitat – environment un’importante evento collaterale della 12 Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia a cura di Fortunato D’amico e Alessandra Coppa presso lo Spazio Thetis Arsenale Novissimo di Venezia.

Nel 2011 Ruolo non protagonista in “Lorcabaret “per la regia di Simone Nardini e “Domani è un'altra Notte” (testo da lui scritto e interpretato con la regia di Gianluca Di Lauro) in una versione sensorale al buio all’istituto dei Ciechi di Milano.

Lavora come Attore protagonista in “The Cook” regia di Kino Pelliconi, cortometraggio per il sociale.

Inizia nel mentre una collaborazione con Dario Fo assistendolo in spettacoli e collaborando nei disegni e dipinti de il “Boccacio Riveduto e Scorreto” uscito nello stesso anno da Guanda editore.

Partecipa con l'installazione - Dal Letame Rinascono i Fior – a Terra Arte XI Edizione tenuta a Paternopoli (AV) a cura di Luca Pugliese e Fortunato D'Amico.

Pertecipa con le opere – Luce nel Buio e Fuga – a L'arte non è cosa nostra mostra promossa dal Padiglione Italia alla 54a Esposizione Internazionale D'Arte della Biennale di Venezia per il 150° dell'unità d'Italia a cura di Vittorio Sgarbi.

A Torino nell'ex biglietteria della Stazione di Porta Nuova pertecipa con l'installazione – La Tratta – a Paratissima, mostra-happening di arte contemporanea, a cura di Fortunato D'amico e Chiara Canali.

Nel 2012 recita all'Elfo Puccini di Mlano in "Abisso" spettacolo prodotto da progetto Robur.

Torna con l'installazione video "Rinascita" a Terra Arte XII Edizione tenuta a Paternopoli (AV) a cura di Luca Pugliese, Fortunato D'Amico e Chiara Canali.

Attualmente lavora a Milano in "D.E.A.N" (Teatro al Buio) in versione sensoriale all'istituto dei Ciechi e in "La zattera di terra – Fabulas Mundi" spettacolo sensoriale con la Compagnia Pane Mate diretto da Carlos Herrero.